Dolce Natale

piatto per strudel

Bentornato su La Cort!

Ci siamo lasciati la scorsa volta parlando della magia dell’atmosfera natalizia e speriamo di avervi conquistato con le nostre graziose decorazioni. Ma non c’è Natale senza una vera cucina, dove si preparano gustosi manicaretti e dove la tradizione culinaria locale si ripete anno dopo anno: che sia casa tua, quella di un parente, un amico o il locale che hai prescelto per trascorrere una gioiosa giornata, è sempre bello gustare ciò che ci riporta indietro nel tempo, ciò che abbiamo ereditato dai nostri avi e che ci hanno tramandato… dopotutto la cucina è questo.

Cosa caratterizza la cucina natalizia friulana? Ecco i nostri dolci tipici.

Senza dubbio la gubana, il dolce per le feste proveniente dalle Valli del Natisone in provincia di Udine. Il nome stesso richiama il territorio, perché gubana deriva da guba, termine sloveno che significa piega, appunto perché preparato in queste vallate utilizzando materie prime locali e genuine già dal lontano Quindicesimo secolo. Questo dolce, ricco di ingredienti, e per questo appunto realizzato solo in occasione di festività, inizialmente veniva prodotto solo in casa; tutt’oggi alcune famiglie portano avanti ancora questa tradizione e tutti gli ingredienti sono selezionati affinché il risultato sia sempre di alta qualità. La gubana è a base di pasta lievitata con ripieno solitamente composto da frutta secca (nocciole e noci tritate), uvetta e pinoli ed una nota alcolica data dalla grappa di prugne. Quando si taglia e si assaggia una fetta di gubana, è un’esperienza di profumi e gusti, da non perdere!

La versione triestina della gubana è il presnitz, mentre un altro dolce di origine goriziana simile è la putizza; il presnitz, le cui origini sono ancora un po’ incerte, ma che sembrano ricondurre alla Trieste asburgica del Diciannovesimo secolo, ha una forma circolare che richiama la corona di Cristo ed è soprattutto un dolce pasquale. Anche in questo caso gli ingredienti del ripieno sono molti, cioè frutta secca, oltre a mandorle, noci e pinoli anche fichi, albicocche e prugne secche, frutta candita, qualche aroma e la cioccolata.

Per rimanere in tema di dolci con ripieni, nella nostra regione possiamo mangiare anche un buon strudel. Di tradizione altoatesina e più in generale delle zone alpine, il dolce è entrato a far parte anche della tradizione locale ed è caratterizzato da una pasta sfoglia o frolla ed un ripieno di mele, frutta secca, pinoli, cannella che arricchiscono il gusto e la fragranza di questo dolce proposto con varianti locali. Il dolce ha un’origine molto antica fino ad essere arrivato più recentemente nella zona dominata dall’impero asburgico, dopo aver subito influenze ottomane.

Noi davvero non vediamo l’ora di assaggiare una di queste prelibatezze del Friuli Venezia Giulia, con l’invito di riscoprire i dolci tradizionali del tuo luogo d’origine in occasione delle festività natalizie. Buon appetito!

Maura e Caterina

Siamo Maura e Caterina. Due sorelle udinesi che, dopo diverse esperienze professionali, hanno deciso di intraprendere un percorso lavorativo comune con l’obiettivo di presentare e commercializzare produzioni regionali di qualità e di settori merceologici differenti, racchiuse in una corte (in lingua friulana cort) virtuale. Passione, tradizione, cultura del territorio sono elementi chiave del nostro “modus operandi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.