Un mese di promozioni speciali: festeggia con noi!

2 dicembre 2015 - 2 dicembr e2017 (2)

Da due anni portiamo il meglio del Friuli Venezia Giulia a casa tua. Non solo artigianato di qualità legato alla nostra tradizione, ma anche prodotti naturali per prendersi cura del corpo. Ogni articolo è concepito per essere un’idea regalo originale che non sempre è facilmente reperibile nei canali tradizionali.

Il 2 dicembre 2015 il nostro sito fu per la prima volta on-line. Da allora abbiamo compiuto piccoli ma importanti passi incrementando la nostra offerta e ci siamo migliorate aprendoci a nuove collaborazioni con produttori locali. FESTEGGIA CON NOI IL 2° COMPLEANNO DI LA CORT!

COME?

Scopri tutte le promozioni che ti abbiamo riservato per il mese di dicembre:

1 – 2 dicembre: giornata di porte aperte presso la nostra sede per chi abita a Udine o vicinanze

2 – 3 dicembre: su ogni ordine di importo minimo di 60 € (spese di spedizione escluse) riceverai un buono sconto di 10 € utilizzabile dal 6/01/18 al 31/01/18 – Vai allo store!

8 – 9 dicembre: speciale decorazioni di Natale per ogni acquisto di almeno 40 € effettuato nella categoria Natale riceverai in omaggio una preziosa decorazione natalizia in cartoccio

10 dicembre: spedizione gratuita* su tutto il catalogo online, senza minimo d’ordine!       *In Italia

15 – 16 dicembre: speciale cosmetici per ogni acquisto di almeno 40 € effettuato nella categoria cosmetici riceverai in omaggio un profumatissimo cuscinetto Dolci Sogni Saut

22 – 23 dicembre: siamo presenti presso la nostra sede per i regali dell’ultimo minuto* e per scambiarci gli auguri!

* fino esaurimento scorte

 

cosmetici Saut

Non sei ancora iscritto/a alla nostra newsletter? Approfitta ora: per te una promo extra!

Scegli la tua promozione preferita: i tuoi acquisti per Natale non sono mai stati così belli e semplici!

… Aspettando il #Natale

Artigianato ed arte a Udine

Legno_claut

Artigianato, cultura e storia: è il tratto distintivo dell’Artigian Tour, un percorso conoscitivo attraverso il centro storico di Udine e le sue botteghe artigiane, realizzato da Confartigianato Udine.
L’appuntamento, che ha avuto luogo lo scorso 8 settembre in occasione di Friuli Doc 2017 è stato condotto dall’attore e presentatore Claudio Moretti: la sua capacità di coinvolgere i partecipanti e la sua conoscenza del territorio locale, hanno permesso di far emergere le peculiarità della città e le curiosità talvolta poco conosciute. L’evento, che si inserisce negli appuntamenti organizzati appunto dalla locale organizzazione artigiana, ha visto un percorso attraverso la cittadina udinese proprio in concomitanza di Friuli Doc.

SocietàFilologicaFriulana

Alla partenza, fissata davanti alla sede della Società Filologica Friulana, i calorosi saluti dello stesso Presidente, per poi partire alla volta del centro storico… ma proprio da qua ecco una prima emozione, uno scorcio conosciuto da pochi del recente restaurato angelo del Castello di Udine, che appare dorato in tutta la sua bellezza.
CastelloUdine

Dopo aver attraversato Piazza Libertà, la visita è proseguita arrivando in piazza San Giacomo, fino a poco tempo fa ospitante il mercato settimanale, e con vista sull’omonima chiesa: il legame con l’attività commerciale è sempre stato molto stretto in quanto la Santa Messa veniva celebrata all’aperto per permettere di avere la più ampia partecipazione del pubblico durante le giornate di mercato. L’edificio era stato costruito dalla Confraternita dei Pellicciai, associazione molto potente in Udine, in onore del proprio Santo patrono riprendendo il simbolo della conchiglia proprio di San Giacomo.
Prima bottega artigiana visitata è stata la Legatoria Moderna, laboratorio artigianale dove libri e manufatti cartacei vengono sapientemente rilegati e restaurati.

legatoria_moderna

La titolare Eva Seminara, anche rappresentante della sezione provinciale del settore artistico di Confartigianato Udine, ha mostrato le varie fasi di rilegatura di un volume, dalla fase di cucitura delle pagine alla copertina di pelle, carta o stoffa a seconda dell’esigenza del cliente. Infatti il plus sta nell’esperienza specifica, nella possibilità di personalizzare i prodotti a seconda del cliente che sono perlopiù biblioteche, università od anche bibliofili privati.

Tappa successiva presso la bottega La Fornacina, sita in via Zanon, come la precedente attività artigianale.In questo luogo ha sede il negozio omonimo dove poter scegliere tra meravigliosi manufatti in gres, mentre la sede produttiva vera e propria è sita ed operante dal 1993 a San Giorgio della Richinvelda, Pordenone. Per l’occasione l’esterno del negozio è stato adibito a momentaneo laboratorio all’aperto con tanto di tornio per lavorare la materia grezza e con dimostrazione dal vivo.

BottegaLaFornacina

L’azienda, oltre a proporre le proprie collezioni pensate per la decorazione della casa, svolge lavori commissionati da clienti di ogni parte del mondo sia per arredi interni che esterni.

Il tour continua e ritorna verso il cuore del centro storico per terminare con la visita alle bancherelle allestite in via Vittorio Veneto e dedicate ad altre attività artigianali tipiche della Regione: produzioni alimentari dolciarie come la Gubana della Nonna, le coltellerie di Maniago e manufatti in legno dalla provincia di Pordenone (Claut). Ecco una foto dell’esposizione allestita da Sarti, il marchio tutto locale dedicato alla produzione di abiti ed accessori in seta e dipinti a mano, che potete trovare anche online nel nostro sito.

#artidoc2017

Sarti_silk

Patate, Cartufulis, Kartoffeln, Krompir

Patate_FriuliVeneziaGiulia

Uno dei frutti della terra proprio di questa stagione ed utilizzato in svariate ricette della tradizione gastronomica italiana e non solo, è la patata. È infatti tra agosto e settembre che si raccolgono le patate, a seconda della varietà e del tipo di terreno, mentre la semina avviene ad inizio primavera. Il tubero si sviluppa sottoterra mentre esternamente cresce rigogliosa la pianta, il cui fusto e foglie non sono mai stati utilizzati per l’alimentazione.

Il titolo che abbiamo scelto inquadra l’oggetto del discorso in quattro realtà che ci contraddistinguono poichè espresso anche nelle lingue minoritarie del Friuli Venezia Giulia (friulano, tedesco e sloveno) proprie anche dei Paesi confinanti: la Slovenia ed i Paesi di lingua tedesca… Ma andiamo a scoprire le tradizioni locali.

Curiosità dal Friuli Venezia Giulia

Nella nostra Regione sono diverse le zone che ben si prestano alla coltivazione della patata, dalla zona di Gorizia fino a Udine ed alla provincia di Pordenone. Le varietà più coltivate a livello locale sono la Monnalisa, Desirè (qualità più tardiva dalla buccia rossa), Kennebec, Primura. Si coltivano anche le patate “cojonariis” che sono le precoci, già da poter raccogliere nel mese di luglio e caratterizzate da piccole dimensioni.

Essendo un ingrediente base della nostra cucina locale, numerosi sono gli eventi che hanno come tema principale la patata: per citarne alcuni nella località di Ribis in comune di Reana del Rojale ha luogo la Mostra regionale della patata che offre la possibilità di conoscere diverse varietà di patate provenienti dai coltivatori locali. Non lontano, nel comune di Udine in località Godia, ha luogo la Sagra delle Patate che attira ogni anno migliaia di visitatori per i succulenti gnocchi casarecci fatti a mano seconda la tradizione del paese.

Queste località sono caratterizzate da un terreno piuttosto sabbioso particolarmente adatto alla coltivazione del tubero dove l’acqua filtra e non ci sono ristagni.

Ecco quanto spiega il sito dell’Ersa a proposito delle caratteristiche patate di Ribis e Godia.

 

Proprietà nutritive, principali caratteristiche ed utilizzi

La patata contiene una grande percentuale di carboidrati presenti sotto forma di amidi, oltre molto potassio e diversi altri sali minerali e vitamine. Dopo essere arrivata dal Sud America ed importata nel Vecchio continente, si è presto diffusa per la sua facilità di utilizzo e per secoli ha costituito una fonte di nutrimento per le popolazioni europee.

Patate fritte, lesse, alla tecia, gnocchi, sformati, minestre e creme e lo speciale frico… ecco alcuni degli svariati usi di questo tubero. L’importante è scegliere la qualità più adatta: ad esempio per gli gnocchi si sceglie quella a pasta bianca, più farinosa, mentre quelle a pasta gialle sono le preferite da utilizzare per le fritture o cotture a forno. Pensando alla nostra terra, il frico è uno dei piatti più tipici a base di questo tubero: specialità locale, è realizzato cuocendo in primis formaggio stagionato come il Montasio ed aggiungendovi ingredienti a scelta, la patata di solito la più utilizzata: ingredienti locali per un piatto succulento dalla crosticina ben dorata e realizzata in diverse località regionali anche nelle varianti con erbe aromatiche, mele, cipolle.

Ma la patata non viene utilizzata solo in cucina: grazie alla sua composizione e ricchezza di sali minerali e vitamine, è un toccasana anche per la nostra pelle!

Crema_viso_idratante

Vi proponiamo, ad esempio l’originale ed efficace crema idratante alla patata prodotta dalla Cooperativa Taviele di Cercivento (UD). All’interno della linea Saut, infatti, una delle creme per il viso è quella idratante a base di sambuco e patata. È grazie all’amido contenuto naturalmente al suo interno che la pelle riceve protezione e viene piacevolmente lenita da eventuali arrossamenti. Il sambuco, inoltre, regala idratazione ed una sensazione di dolce freschezza.

Cosa aspetti a provarla?

Cosmetici naturali dalla Carnia

campofiori

Cosmetici naturali: è questo l’obiettivo con il quale la cooperativa Taviele con sede a Cercivento, nella zona montana carnica in provincia di Udine, ha dato vita nel 2013 al marchio Saut, termine che in lingua friulana significa sia sambuco sia il sapere inteso come conoscenza.

L’occasione per parlare di questa linea di prodotti è più che mai attuale vista la concomitante festa che sta per aver luogo il 24 e 25 giugno prossimi, proprio nel paese sede di queste coltivazioni.

La Cort ha inserito nel proprio catalogo online questi prodotti circa un anno fa; prima l’offerta comprendeva alcuni pezzi, poi si è allargata fino ad includere tutta la linea Saut. Tanti i clienti soddisfatti ai quali ci sembra importante spiegare come sia nata la produzione di questi cosmetici naturali.

Abbiamo incontrato i fautori di questo progetto che ci raccontano: “Nel 2013 è nata la nostra Cooperativa Sociale Agricola Taviele con la volontà di riscoprire la tradizione erboristica del nostro paese. Da qui nasce il marchio Saut sostenuto dal progetto specifico Interreg Italia-Slovenia Agrimont, che ha dato modo di promuovere tale tradizione, di acquistare dei macchinari per la coltivazione e l’essiccatoio. Il progetto si basa sulla creazione di una filiera che parte dalla coltivazione, passa all’essiccazione ed arriva fino alla commercializzazione dei nostri prodotti”.

Cosa caratterizza questi prodotti naturali?

Gli obiettivi sono l’attaccamento al territorio, per questo sul marchio appare il nome del nostro paese e tutte le coltivazioni sono fatte in loco; la naturalità, intesa come attenzione alla natura nell’intero ciclo della coltivazione, dalla semina utilizzando materie prime certificate e concime naturale, come il letame o lo stallatico biologico, all’estirpazione delle erbacce fatta a mano, come pure la raccolta, anch’essa eseguita a mano, all’essiccazione immediata per mantenere intatti i principi attivi delle loro erbe.

essiccazione

Altro aspetto importante è la valenza sociale, per coinvolgere anche persone con diverso svantaggio sociale che dal lavoro all’aperto e dai profumi che sprigionano le piante, possono ottenere un benessere fisico e psichico, nonostante la fatica dovuta dal lavoro agricolo. L’intento è di poter sviluppare al meglio questa filiera per dare un’alternativa di lavoro a chi vuole restare a vivere in montagna e a contatto con la natura.

Perché scegliere naturale?

La scelta del prodotto naturale è importante, perché vale la pena di “approfittare” dei prodotti che la natura ci regala e dei loro principi attivi per poter curare in modo naturale alcuni piccoli malesseri quotidiani; per questo la nostra crema all’Arnica e Artiglio del diavolo, due antinfiammatori naturali, è ottima per lenire dolori cervicali, mal di schiena e dolori muscolari, naturalmente prima di dover ricorrere alla medicina tradizionale in casi più gravi o persistenti. Ma perché non utilizzare, quando possibile, un prodotto naturale che comunque non ha effetti collaterali? Parlando nello specifico dei prodotti Saut è importante sottolineare quanto essi siano tutti particolari, perché sia quelli alimentari che quelli cosmetici sono realizzati sulla base dei principi attivi delle nostre erbe e grazie alla collaborazione con erboriste esperte e preparate.

I cosmetici naturali che riscontrano più interesse tra la clientela sono i prodotti a base di Arnica, soprattutto la crema all’Arnica e Artiglio del diavolo e quelli con la Calendula, in particolare l’unguento alla Calendula.

Unguento_calendula_Saut

Gli ultimi prodotti introdotti nella linea Saut sono la crema scrub ed il siero occhi, già utilizzati da estetiste professioniste nei loro trattamenti e realizzati anche con ingredienti delicati quali Malva, Fiordaliso e Sambuco.

La linea Saut si completa con i prodotti per uso alimentare, quali gli infusi ed i sali per le pietanze, anche questi molto delicati e ricchi di profumi delle erbe officinali contenute.

Indietro nella storia…

Andiamo ora a scoprire qualcosa di più sull’imminente Festa delle Erbe di Cercivento, denominata Jerbas e tradision (Erbe e tradizione). Essa si è sviluppata sulla scia della tradizione erboristica, sottolineata da diversi libri del maestro Domenico Molfetta, e nasce in concomitanza con la festa di S. Giovanni Battista, il 24 giugno, e la tradizionale preparazione e benedizione del Mac omonimo.

Tradizione_erbeCercivento

Infatti, come riporta Molfetta nella sua interessante pubblicazione “Piante officinali a Cercivento. Storia e tradizione”, la tradizione locale erboristica risale al ’600 – ’700 quando diverse famiglie conoscevano l’arte di medicarsi attraverso l’utilizzo delle erbe spontanee; da lì a poco nacque uno sviluppo sempre maggiore che vide la commercializzazione di diversi prodotti anche oltreconfine e la nascita di vere e proprie imprese a carattere perlopiù familiare.

Uno splendido erbario, che attesta la conoscenza ed il lavoro dell’epoca, viene conservato presso il Museo della Arti Popolari Carniche di Tolmezzo (UD).

Tradizione_erbeCercivento

La tradizione di San Giovanni Battista è stata fedelmente tramandata nel paese di Cercivento, dove ogni anno avviene la raccolta delle erbe che compongono questo mazzo “speciale”: ogni pianta e fiore ha un preciso significato, perlopiù volti a scacciare streghe, diavoli in generale, oltre che a risolvere problemi di salute e a ridare al corpo energia.

Una festa nella festa, perché tutto è organizzato all’insegna della passione per le erbe officinali e spontanee e la volontà di mantenere intatte quelle tradizioni che fanno parte della nostra storia e della nostra cultura.

Vi aspettiamo dunque a Cercivento sabato 24 e domenica 25 giugno prossimi per scoprire le coltivazioni della Cooperativa Taviele e per conoscere la tradizione del Mac di San Zuan. Per il programma completo clicca qui.

La Cort in occasione di questa speciale ricorrenza offre una promozione su tutta la linea Saut – Scopri di più!

 

 

 

 

Creazioni in seta: scopri il marchio Sarti

Accessori_Uomo_seta

Sarti, il brand del Made in Italy con esclusive creazioni in seta confezionate e dipinte a mano, è l’acronimo di due cognomi, Sartor e Tiron, rispettivamente quelli di Marco ed Adriana, artefici di questa impresa che riprende una tradizione locale, quella della lavorazione della seta e la arricchisce con decorazioni originali.

Li abbiamo incontrati nel loro studio dove custodiscono le loro creazioni ed i bozzetti: da un’idea, danno vita ad accessori per uomo e donna, abiti da donna e perfino oggettistica per la casa.

Ma come nascono i capi in seta della collezione Sarti?

Dall’idea creativa si passa alla creazione di un bozzetto del disegno su carta e si indicano tutte le informazioni necessarie per la realizzazione finale dei capi in seta, che sia accessorio oppure vestito, quindi la scelta del tessuto, i colori, le dimensioni, ecc.

 

Bozzetto_papillon

Bozzetto per accessori maschili

Il passaggio successivo implica il disegno sulla stoffa prescelta. Sarti è un marchio che predilige la seta, quindi il twill di seta in primis, ma anche il crêpe de chine oppure uno più lucido per gli abiti, ad esempio. Poi si dipinge appoggiando il tessuto su un telaio e qui Marco dà libero sfogo alla sua mano creativa, seguendo le indicazioni dei precedenti bozzetti.

I colori poi hanno bisogno di essere fissati, quindi si ricorre ad un’apposita stufa. La stoffa dipinta viene poi lavata e perfettamente stirata così da essere pronta ad essere tagliata e confezionata. È a questo punto che entra in azione Adriana che con la sua abilità sartoriale cuce addosso a manichini questi abiti ed accessori. La sua passione per il cucito la coltiva fin da bambina ed ora si può esprimere appieno attraverso un’impresa vera e propria.

 

Sarti

 

Il risultato è un pezzo unico, poiché non standardizzato, ma realizzato manualmente, anche su richiesta con colori e taglie a scelta del cliente.

La seta utilizzata è di produzione italiana: per arrivare alla stoffa finale ci sono più o meno dieci passaggi, il che rende la materia prima pregiata e di qualità. A seconda della tipologia di seta che si vuole ottenere, la produzione cambia ma il filo di partenza è lo stesso, che chiaramente proviene dai bozzoli.

 

Cravatte in seta

Esempio di realizzazione con twill di seta: cravatte uomo

 

foulard_pongee

Esempio di realizzazione di un foulard in pongèe 05

 

AbitoCrepesDeChine

Esempio di realizzazione con crêpe de chine: dettaglio di abito con note musicali applicate

 

La fantasia e la maestria di questo lavoro può essere portata anche sui complementi d’arredo come cuscini o paralumi.

Paralume_seta

Ci si potrebbe chiedere come poter mantenere bello un capo così prezioso ed unico nel suo genere: viene consigliato il lavaggio dei capi in seta a mano in acqua fredda, tenendo conto che  il trattamento che viene fatto dai produttori porta ad un fissaggio dei colori che dura nel tempo.

L’obiettivo è di personalizzare e sviluppare anche su richiesta accessori ed abiti in seta, caratterizzati da un gusto unico ed originale, con colori vivi per rendere grintoso un abbigliamento formale o esaltare le naturali forme del corpo. L’azienda attualmente lavora anche all’estero collaborando con alcune boutique specializzate e partecipa ad eventi selezionati, oltre ad alcune prestigiose sfilate di alta moda.

Il periodo è più che mai attuale per indossare uno di questi originali accessori o capi in seta: alcuni accessori della linea uomo sono attualmente proposti dal nostro online store.

Coltelli Lamami: lame da amare

spatola per dolci

Coltelli artigianali venduti in un’elegante confezione ecosostenibile: sono questi i prodotti della linea Lamami, un originale brand sviluppato dalla ditta Due Ancore di Maniago (PN) nel 2012. Una collezione intera di libri realizzati in cartone riciclato contenenti set di coltelli ideali per le degustazioni. Ora la linea si è ampliata proponendo articoli anche per il giardinaggio e gli animali domestici.
Il brand, concepito e disegnato dall’attuale titolare Andrea Girolami, presenta un nome originale che intende riportare l’amore per il taglio nei gesti quotidiani, nelle semplici abitudini come quelle del taglio del pane o del formaggio, della degustazione del vino, ecc.

Un po’ di storia: Maniago e Due Ancore

La città di Maniago è situata nella pedemontana pordenonese in Friuli Venezia Giulia, tra il Mare Adriatico e le Dolomiti. La nascita di Maniago viene fatta risalire all’epoca romana e poi, grazie alla sua favorevole posizione vicino all’acqua, si svilupparono già a partire dal Medioevo le lavorazioni artigianali di fabbri che rifornivano anche la Repubblica di Venezia. All’epoca si cominciarono a produrre le alabarde e le spade per l’esercito, mentre nei secoli seguenti la produzione si è differenziata.

Oggi il distretto di Maniago può vantare produzioni eccellenti e conosciute in tutto il mondo come i coltelli da cucina, tavola, caccia, sub, lame industriali, cavatappi, forbici per agricoltura e giardinaggio, oltre che articoli di precisione per i settori dell’aeronautica e dell’energia: coltelli artigianali quindi per svariati utilizzi ed apprezzati da clienti da tutto il mondo.

Le Coltellerie Due Ancore sono una storica coltelleria italiana che affonda le proprie radici alla fine dell’800; in seguito, da semplici fabbri i Beltrame diventarono nella prima metà del ’900 la più importante azienda di Maniago, producendo coltelleria professionale, articoli per l’agricoltura e per l’edilizia. A causa dei cambiamenti degli ultimi decenni l’azienda, arrivata alla quarta generazione, intraprende un percorso di profondo cambiamento e distacco con il passato puntando alla rinascita del marchio.

Battiferro Beltrame Maniago

 

Il 2012 vede la nascita della linea Lamami, ideata e disegnata dall’attuale titolare Andrea Girolami, che cambia completamente il target di mercato puntando sul recupero dell’artigianalità mescolato al design ed alla ricerca di materiali innovativi ed ecosostenibili. Forti dell’(eco)design italiano, i prodotti vengono principalmente esportati all’estero, raggiungendo anche gli stores del Museum Of Modern Art (MoMa) di New York e di Tokyo.

 

Due Ancore Maniago

Quali sono le caratteristiche principali di questi prodotti?

Materie prime di qualità ed innovazione del prodotto sono gli elementi chiave della linea Lamami, che si basa anche sull’utilizzo di un packaging riciclato e riciclabile al 100%.

La linea “Food Natura” utilizza un legno resistente e pregiato quale l’ulivo, oltre a distinguersi per la scelta di un packaging ecosostenibile. Il risultato finale è un cofanetto che rende ancora più esclusivi i prodotti che, chiusi nella confezione, sono un libro da portare sempre con sé e perfetto complemento d’arredo.

L’acciaio AISI440 è ottimo nella costruzione di lame la cui caratteristica fondamentale è l’inossidabilità; è un acciaio inossidabile rinforzato con molibdeno e vanadio, materiali che conferiscono elevata durezza, resistenza alla corrosione e tenuta del taglio. I rivetti in acciaio inossidabile garantiscono un miglior ancoraggio del manico, a differenza dei più diffusi ed economici rivetti che vengono prodotti in alluminio, che invece è soggetto ad un rapido consumo a causa dell’ossidazione.

Infine un aspetto fondamentale è quello dell’eco-sostenibilità, che non è il semplice utilizzo di materiali naturali e riciclati, ma il fatto di realizzare coltelli che durino il più possibile al fine di limitarne lo smaltimento.

Interessante scoprire la catena produttiva che c’è dietro ad un coltello artigianale: per la realizzazione finale sono stati coinvolti altri produttori locali, perché uno degli obiettivi di Due Ancore è quello di tener viva la tradizione antica di Maniago e di collaborare sul territorio, ricco di artigiani professionisti e di grande esperienza nel settore.

Si parte dalla lavorazione al laser per sagomare le lame di acciaio fino ad arrivare a successive fasi di trattamenti termici per donare durezza ed elasticità al prodotto. In seguito si procede a lavorazioni di finitura che rendono le lame taglienti e brillanti. Dopo un attento controllo, le lame sono pronte per essere assemblate ai manici e solo alla fine marcate con il logo.

La parte del packaging riveste un ruolo fondamentale per il brand Lamami: il libro è realizzato in cartone microonda riciclato e riciclabile al 100% e selezionato appositamente per donare alla confezione una struttura robusta adatta a proteggere le lame, a preservarne l’aspetto e garantire la sicurezza per chi le usa.
Sia il cartone interno che la carta utilizzata per il rivestimento sono certificati FSC. La rilegatura viene effettuata a mano da un’azienda di Maniago.

 

Andiamo a scoprire i prodotti di punta della linea Lamami:

Spatola Sposi

Spatola Sposi Lamami

È una spatola con manico perlato concepita per essere personalizzata con i nomi degli sposi sulla lama. Al termine della cerimonia gli sposi la conserveranno all’interno del libro Lamami a ricordo di un giorno e di un un regalo speciale. Nella copertina c’è uno spazio per la foto del momento del taglio. L’articolo è perfetto quale idea regalo per un matrimonio ma anche come bomboniera riservata ai testimoni.

 

 

Set formaggio e vino

coltelli formaggio e cavatappi

 

Elegante e pratico set formaggio e vino per una degustazione che diventa un momento di puro piacere, comprendente 3 pezzi: coltello grana con lama da 8 cm, coltello formaggio da 12 cm ed un cavatappi per il vino. Lame in acciaio inossidabile AISI 440, rivetti in acciaio inossidabile e manici in legno di ulivo.

Sciabolino

Sciabolino Lamami

Sciabola per champagne o spumante caratterizzata da manico in paperstone, lama in acciaio inossidabile AISI 440 e rivetti in acciaio inossidabile. Lunghezza della lama di 15 cm.

 

Scopri gli altri prodotti disponibili per lo shopping online: regala e regalati artigianato di qualità.

Per il tuo shopping online: www.lacortstore.com

Per maggiori informazioni:  www.lamami.itwww.dueancore.it

 

Carnevale delle Valli del Natisone

FigureSanPietro

Colore, chiasso ed allegria sono gli elementi che caratterizzano il Carnevale delle Valli del Natisone, in provincia di Udine, denominato nella lingua locale slovena Pust, letteralmente scherzo. Sì, perché ci troviamo sul confine ad est del Friuli Venezia Giulia, in quelle valli incantate e sperdute sede di antiche tradizioni e ricche di cultura che si collegano alla vicina Slovenia. Qui il Carnevale è ancora molto legato alle tradizioni locali ed ancora oggi si portano avanti eventi unici nel loro genere.

Le figure tipiche

Ogni località ha la sua tradizione specifica, ma quasi tutte le maschere, chiamate anch’esse pust, sono accomunate da costumi il più possibili variopinti e chiassosi. Ancora oggi si confezionano in casa i costumi per le sfilate: vengono ritagliate tante striscioline sottili da stoffe colorate e fantasiose e poi assemblate su un abito neutro cucendole su un lato, mentre l’altro rimane svolazzante. Si formano così tanti cerchi o giri di questi pezzi di stoffa volti ad arricchire l’abito e rendere l’insieme davvero carico ed unico nel suo genere. In questa maniera si compone l’abito intero, anche per bambini, ed il cappello fino a coprire quasi tutto il corpo, lasciando intravedere solo parte del viso.

A volte i figuranti sfilano con delle tenaglie di legno che si divertono ad allungare verso la folla, soprattutto verso le donne ed i bambini, oltre a provocare chiasso con i campanacci.

Pust

La figura del Pust

Alcune volte il corteo è preceduto dalla figura dell’arcangelo Michele che tiene a bada il diavolo che, incatenato, cerca di scappare e di spaventare la folla oppure si diverte a distruggere le cataste di legna.

Troviamo poi il gruppo dei blumarji proveniente dalla località di Montefosca: questi uomini vestiti in bianco ma con un singolare copricapo ad albero molto colorato, che richiama appunto la tradizione descritta prima, corrono in giro per il paese quasi a propiziare l’arrivo della primavera suonando con gli immancabili campanacci.

blumarji

La figura del blumarji

Nel paese di Clodig (Grimacco) si porta avanti una tradizione particolare, quella di maschere costruite intrecciando i vimini: non solo la riproduzione di persone, ma anche animali quali il cane, l’oca e la gallina. Esse avanzano nel corteo e precedono altre figure simboliche come il Carnevale e la Morte.

Clodig1

Maschera di vimini da Clodig

Altre figure caratterizzanti questa festa sono le maschere belle e quelle brutte dal paese di Montemaggiore.

FigureBelle

Maschere belle da Montemaggiore

Questi cortei sono solitamente itineranti tra varie località della vallata, a partire dal comune di San Pietro al Natisone, così da allietare tutte le località della zona oltre che ad attirare un alto numero di visitatori e turisti sempre interessati al Carnevale delle Valli del Natisone.

Un invito, il nostro, a scoprire questo magnifico territorio. Per info contattare l’Ufficio Turistico delle Valli del Natisone.

Festeggia San Valentino

cuscinetto a cuore rosso

In occasione dell’imminente festa di San Valentino che in tutto il mondo si festeggia il 14 febbraio, abbiamo ritenuto utile regalarvi una piccola guida ai regali più adatti per l’occasione e per fare felice la vostra dolce metà. Il nostro catalogo è ricco di proposte adatte per tutti i gusti e diverse esigenze, ma ogni prodotto è caratterizzato da un aspetto in comune, la sua qualità che lo rende un pezzo speciale, difficilmente rintracciabile nei negozi tradizionali.

Dato che la maggior parte del nostro pubblico è femminile, abbiamo pensato di iniziare proprio con idee regalo di San Valentino per il mondo maschile.

 

Per Lui

È un lui ricercato e perfezionista? Perché non regalargli un papillon o una cravatta della linea Sarti, splendidi articoli in twill di seta, confezionati e dipinti a mano con un’attenzione suprema ai dettagli sartoriali.

fazzoletto da taschino modello Roman

Frequenta la palestra? Si dedica ad uno sport particolare? Sarà contentissimo di ricevere un prodotto specifico che permette di preparare i muscoli all’esercizio fisico e che permette anche di rilassarli dopo lo sport. Ecco la linea Armo1191 con il suo ArmoUltra oppure ArmoOil, prodotti ad alta concentrazione di Arnica montana coltivata, formulati in crema o in olio a seconda delle diverse esigenze.

prodotti Armo1191

Dopo la palestra ci vuole anche il prodotto giusto per una doccia rilassante e tonificante: ecco lo Shampoo doccia e Shampoo Saut, nutritivi e delicati sulla pelle, grazie all’azione di svariate erbe officinali quali Rosmarino, Menta, Salvia, Melissa ma anche germe di Grano per la cute dei capelli.

shampoo doccia

 

È un amante della buona cucina e gli piace organizzare cene o feste con amici? Senz’altro gli farà comodo dotarsi degli utensili giusti, come i set di taglieri e coltelli della linea Lamami, perfetti per affettare pane, salumi e formaggi. Cosa contraddistingue questa linea? Lo speciale cofanetto che racchiude i prodotti in modo da averli sempre con sé o riporli come un libro nello nello scaffale per un prodotto dal design esclusivo.

coltelli formaggio e cavatappi

 

Per Lei

Ama prendersi cura del suo corpo in maniera naturale? Regala tutta la natura di un prodotto Saut, un concentrato di benessere per la pelle del viso e del corpo dalla natura incontaminata della Carnia. I must sono lo scrub viso e corpo per una pulizia ottimale ma delicata, la crema corpo per un effetto nutritivo senza uguali …ne sarà entusiasta! Echinacea e Sambuco sono piante preziose ed alleate della bellezza.

crema corpo

Una lei romantica ed amante delle cose artigiani? I nostri cuoricini sono perfetti come un pensiero dolce ed unico, pezzi completamente realizzati a mano utilizzando le foglie del mais, il cartoccio.

cuore in arancione

Ma anche il gugjet, il cuore tipico della Carnia, ispira desiderio di amore e di tenerezza con un tocco tradizionale. Sebbene l’ispirazione sia tutta locale, il soffice cuscinetto si adatta agli ambienti di ogni casa: può essere facilmente appeso, è realizzato in morbido panno rosso o in ecrù di lino.

cuscinetto a cuore ecrù

Se anche a Lei piace lavorare in cucina, non farle mancare gli accessori giusti: come il coltello per il pane o quello per arrosto.

coltello per bistecca

Questi articoli sono caratterizzati dall’alta artigianalità di un prodotto fatto a mano utilizzando materie prime quali acciaio inossidabile e legno di ulivo. Sono coltelli professionali ma utilizzabili facilmente anche a casa per l’uso quotidiano.

Infine, nella nostra sezione dedicata agli accessori per la donna, gioielli in argento per un regalo esclusivo e di classe firmati Sergio Mazzola Orafo, lavorazioni ad alta artigianalità in argento.

orecchini buccia di arancia

Speriamo di avervi fornito diversi spunti utili e che abbiate trovato un’idea regalo per San Valentino di assoluta unicità!… Non ci resta che invitarvi a scoprire tutto il nostro shop augurandovi buona festa!

Arnica montana Made in Friuli Venezia Giulia

Arnica_Montana

Quando si parla di Arnica, viene in mente la necessità di risolvere un problema articolare e muscolare… Certo, è così, ma non solo, come ci spiegano bene Francesca, Antonio ed Andrea, soci fondatori del marchio Armo1191, una serie di prodotti ad alta concentrazione di Arnica montana coltivata sull’altipiano del Piancavallo, in provincia di Pordenone. Sì, perché uno degli obiettivi di questa linea è stato quello di proporre rimedi naturali adatti a tutta la famiglia, poiché sia il bambino, sia il ragazzo come l’adulto possono giovare dall’utilizzo di questi prodotti altamente qualitativi.

Prima di tutto… perché Armo1191? ARMO è l’acronimo di Arnica montana ed è diventato un luogo; 1191 è la quota della prima aiuola pilota, una quota sul livello del mare perché da lì nelle giornate terse si può ammirare persino la laguna veneta; nel logo, inoltre, compare un camoscio che è uno degli animali selvatici che si possono incontrare in questa zona.

Armo1191

 

 

Tutto ha origine dalla famiglia Conzato che pratica l’agricoltura da generazioni e nel corso degli anni ha saputo rinnovarsi sperimentando nuove coltivazioni anche dove le condizioni dei terreni non erano molto favorevoli o non si ritenevano tali, come la viticoltura a Roveredo in Piano, in provincia di Pordenone, negli anni ’50. È in questi luoghi che i titolari sono cresciuti, ammirando ogni giorno l’imponente muraglia delle Prealpi friulane, le svettanti cime del gruppo del Cavallo.

Amiamo le nostre montagne, sono lo sfondo irrinunciabile della nostra esistenza.

Volevamo che la montagna fosse parte della nostra vita e non solo del nostro tempo libero.”

vigne e piancavallo

Vedute sulle vigne e sul meraviglioso altipiano del Piancavallo (PN)

 

Questa generazione di agricoltori è stata spinta anche dalla voglia di sperimentare, di mettersi alla prova con un nuovo progetto imprenditoriale che arrivasse fino al prodotto finito, “dal coltivatore al consumatore”, dove tutta la filiera fosse controllata sin dalla materia prima, cosa che non sempre accade nel mondo cosmetico, in particolar modo con l’Arnica montana.

 

“Nessuno, prima di noi, aveva coltivato i suoli calcarei di Piancavallo,

dove per secoli s’è praticato esclusivamente l’alpeggio e il taglio del legname.”

Armo1191Aratura

Aratura sul Piancavallo – Autunno 2015

Come sottolinea Francesca, la coltura stessa dell’Arnica montana è un’attività poco più che sperimentale e con molti interrogativi ancora aperti. Però l’Arnica qui cresce spontaneamente, fa parte di questa flora alpina e ha da sempre aiutato le persone, che ne conoscevano le sue proprietà e i suoi usi, per risolvere i problemi legati a dolori di varia natura.

Con il progetto Armo1191 si intende riportare al centro dell’interesse il fiore di Arnica montana con le sue potenti sostanze funzionali, coltivato e raccolto a mano senza utilizzo di alcuna sostanza chimica. Con l’Arnica si possono realizzare dei prodotti di alta qualità e con la massima concentrazione consentita in un cosmetico naturale, utili ed efficaci per tutta la famiglia, dal bambino all’anziano, dal sedentario allo sportivo.

 

crema arnica e camomilla

ArmoBaby per bambini (fino a 6 anni circa) e per lenire arrossamenti ed irritazioni (Arnica al 5%, oltre a Calendula e Camomilla).

crema all'arnica

ArmoUltra per gli adulti che soffrono di dolori muscolari o articolari, traumi più o meno lievi, reumatismi e per ragazzi che praticano attività sportive, soprattutto post contratture e contusioni (Arnica al 20%).

olio all'arnica

ArmoOil per tutti quelli che desiderano un massaggio benefico e per gli per gli sportivi: sia nel pre-gara per evitare dolorose contratture muscolari, sia dopo la pratica sportiva per favorire il recupero o lenire ematomi ed ecchimosi procurate durante l’allenamento (Arnica al 30%).

E l’interesse da parte del mondo sportivo è confermato dalla partecipazione entusiasta a questo progetto da parte degli atleti delle ultra-trail, le corse in montagna su varie distanze e dislivelli che stanno sempre più appassionando i runners di tutto il mondo. Attualmente testimonial d’eccezione per Armo1191 sono Lisa Borzani (Padova), Simone Wegher (Trento) e Matteo Grassi (Padova).

Parlando di questa pianta preziosa e ricca di proprietà, desideriamo far luce anche sulle regolamentazioni esistenti circa la sua raccolta. Infatti la maggior parte dell’Arnica montana presente sul mercato è frutto di raccolta spontanea in diverse zone dell’Europa e, come si può dedurre, non sempre è rispettosa dei termini di legge e dell’habitat naturale. Tale pratica, nonostante le limitazioni raccomandate dalla direttiva habitat 92/43/CEE e dalla legislazione dei singoli Stati, oltre a un evidente cambiamento climatico in atto, sta minacciando purtroppo l’estinzione della specie. In Italia ogni Regione ha le sue limitazioni più o meno restrittive, il Friuli Venezia Giulia ha una legislazione considerata troppo permissiva dagli esperti del settore.

 

“Usare quindi un prodotto a base di Arnica montana coltivata dall’uomo e non strappata ai prati è,

prima di tutto, una scelta di rispetto dell’ambiente naturale oltre che di sé stessi.”

fioritura 2014 e cromotrappole

Prodotto ottimo dal punto di vista delle sue proprietà; ma quali sono stati i primi riscontri in seguito alla commercializzazione dei prodotti sotto il marchio Armo1191?

“Molto positivi, ne siamo davvero contenti” ammette Francesca. “Abbiamo incontrato un pubblico attento al tema della qualità dei prodotti cosmetici naturali ed al rispetto dell’ambiente e degli ecosistemi. Abbiamo anche riscontrato una grande passione per il nostro territorio che i nostri prodotti vorrebbero rappresentare e valorizzare”.

 

ARMOteam_Antonio Francesca Andrea

Team members: Antonio Conzato, Francesca ed Andrea Muner

È con questo desiderio di far conoscere produzioni altamente qualitative e la passione comune verso il nostro territorio, che abbiamo introdotto nel nostro catalogo on-line i prodotti del marchio Armo1191.

Per ogni ulteriore approfondimento e per restare aggiornati sugli eventi organizzati dal produttore potete visitare www.armo1191.it e la loro pagina Facebook ARMO1191, così come quella di La Cort Store che sarà lieta di pubblicare news ed ulteriori approfondimenti a riguardo.

Stay tuned!

Regali in pronta consegna

set_aspettando_Nuovoanno

Per gli acquisti dell’ultima ora, ecco l’elenco degli articoli del catalogo La Cort disponibili per una spedizione immediata. Ti ricordiamo che ultimo giorno utile per gli acquisti con consegne prima di Natale è martedì 21 dicembre ore 12.
Inoltre, per chi abita in zona Udine c’è la possibilità di ritirare l’ordine presso la nostra sede fino a venerdì 23, su prenotazione.

Cosmetici Naturali

Ceramiche

Coltello per prosciuttocoltello panecoltello arrostoset 3 coltelli formaggiset coltelli bistecca

Tovagliette e presina

Cuore Gugjet ecrù – Cuore Gugjet rosso

Decorazioni albero legno

Oggettistica cartoccio

Intrattenimento: FricoDvd Felici ma Furlans

 

E allora che aspetti? Per Natale scegli un articolo realizzato con cura e amore da un artigiano della nostra Regione.